FASI DELLA VITA - ADULTI

Tipi di dentiera

SUDDIVIDERE

Tipi di dentiera

Se ti mancano tutti i denti oppure i tuoi denti sono così danneggiati che vanno estratti, è possibile che tu abbia bisogno della dentiera per migliorare il tuo aspetto fisico e la tua salute orale.

Quando si parla di dentiere, siano queste nuove o sostitutive, il successo dipende da pochi semplici accorgimenti. Innanzitutto, e cosa più importante di tutte, affidati al tuo dentista o al tuo odontotecnico. Il tuo professionista della salute orale può offrirti i consigli migliori per aiutarti a vivere al meglio con la dentiera. Oltre a questi consigli professionali, ecco alcune informazioni che possono esserti utili mentre ti abitui a usare la dentiera. La dentiera è composta da denti artificiali removibili in plastica, nylon o metallo. La dentiera aderisce saldamente alle gengive in modo da sostituire i denti mancanti. In base alle tue esigenze, esistono tipi diversi di dentiera:

  • Dentiera completa: sostituisce tutti i denti superiori o inferiori.

  • Dentiera parziale: sostituisce solo uno o pochi denti mancanti.

  • Dentiera temporanea: viene utilizzata per i primi due o tre mesi dopo l’estrazione del dente.

  • Grillz: coperture decorative che si agganciano a uno o più denti. In genere sono realizzati in oro, argento o altri metalli preziosi.

  • Impianti dentali (alternativa alla dentiera)

Per abituarsi alla dentiera 

Quando si parla di dentiere, siano queste nuove o sostitutive, il successo dipende da pochi semplici accorgimenti.Innanzitutto, e cosa più importante di tutte, affidati al tuo dentista o al tuo odontotecnico. Il tuo professionista della salute orale può offrirti i consigli migliori per aiutarti a vivere al meglio con la dentiera. Oltre a questi consigli professionali, ecco alcune informazioni che possono esserti utili mentre ti abitui a usare la dentiera. Abituarsi alla dentiera completa richiede un po’ di tempo ma, con qualche consiglio giusto, puoi sentirti a tuo agio per tutto il giorno.

Sensazione e aspetto

Chi è alle prime armi con la dentiera spesso riferisce di sentire la “bocca piena”, come se la dentiera fosse troppo grande e spingesse le labbra in avanti. Questa sensazione diminuisce man mano che ti abitui alla dentiera. All’inizio può sembrarti che la dentiera non aderisca nella maniera giusta. Potrà capitarti di morderti accidentalmente la guancia o la lingua oppure di avere conati di vomito. Se porti la dentiera superiore, è possibile che ci voglia un po’ di tempo prima che la lingua si abitui alla sensazione di premere contro la dentiera piuttosto che contro il palato. Non preoccuparti. Tutti questi problemi diminuiranno con il tempo. Il tuo dentista o il tuo odontotecnico potrebbero consigliarti di usare un adesivo per dentiera che ti aiuti a sentirti più a tuo agio.

Nuove sensazioni

Dal momento che la dentiera è un “oggetto estraneo” in bocca, è possibile che per un po’ di tempo produrrai più saliva. Anche questo fenomeno diminuirà con il tempo fino a sparire. Alle volte basta mangiare una mentina o una caramella per incoraggiarti a deglutire più spesso e quindi eliminare la saliva in eccesso. È anche normale provare un po’ di dolore, in genere dopo alcune ore dall’inserimento della dentiera.

Parlare con la dentiera

Quando parli, il suono raggiunge le orecchie tramite le vibrazioni nelle ossa della mascella e del cranio. Portare la dentiera cambia e aumenta l’intensità del suono, ma questo fenomeno è molto più evidente per te che per chiunque altro. Se la dentiera “schiocca” quando parli, prova a parlare più lentamente in modo da evitare i movimenti che sollevano e/o spostano la dentiera inferiore. Mantenere la dentiera inferiore in posizione è un’abilità che coinvolge i muscoli delle labbra, le guance e la lingua. In principio, questi muscoli tendono a “scacciare” la dentiera. Con il tempo e un po’ di pratica, sarai in grado di superare le difficoltà nel parlato. Per sentirti più a tuo agio quando porti la dentiera:

  • Chiudi le mascelle e deglutisci prima di parlare. In questo modo, la dentiera andrà in posizione e tu potrai parlare più chiaramente.

  • Esercitati a leggere ad alta voce.

  • Usa un adesivo per dentiera. L’adesivo ti aiuta a tenere la dentiera in posizione e a parlare con più chiarezza.

Mangiare con sicurezza

Quando cominci a usare la dentiera, potresti avere l’impressione che la masticazione sia diversa. Ti può sembrare anche che i cibi “abbiano perso il loro sapore”. Man mano che ti abitui a usare la dentiera, la bocca invia al cervello segnali forti in merito alla dentiera che scavalcano i messaggi che arrivano dalle papille gustative. Una volta che ci avrai fatto l’abitudine, presterai sempre meno attenzione alla dentiera e sempre più attenzione alle tue papille gustative.

Durante questo periodo intermedio, è possibile che tu abbia difficoltà a percepire gli alimenti e le bevande calde, il che è molto comune in quanti usano la dentiera per la prima volta. Fai attenzione a non bruciarti la bocca. Per mangiare meglio e con più gusto quando porti la dentiera:

  • Comincia con quantità più piccole tagliate a pezzettini.

  • Mastica metà del cibo sulla sinistra e l’altra metà a destra. In questo modo, la pressione sulla dentiera sarà uniforme.

  • Comincia con alimenti morbidi. come uova, pesce, carne a pezzetti, verdure cotte e dolci. Non appena ti senti più a tuo agio, passa agli alimenti più duri come la bistecca o il sedano.

Vantaggi dell’adesivo con la dentiera permanente

La dentiera permanente offre molti vantaggi. È pensata per assomigliare ai tuoi denti naturali e tende a migliorare il tuo aspetto fisico complessivo a partire dal sorriso. Inoltre, se conservi al meglio la dentiera pulendola tutti i giorni come consigliato dal tuo dentista, otterrai anche l’effetto di denti più bianchi. Alcuni portatori di dentiera ritengono che l’adesivo dentale li aiuti a trasse il massimo dalla loro dentiera permanente. I vantaggi dell’adesivo per dentiera comprendono:

  • Una maggiore soddisfazione. Gli adesivi per dentiera possono migliorare la stabilità per permetterti di addentare con più forza.

  • Più sicurezza. Gli adesivi per dentiera prevengono lo spostamento della dentiera e possono essere particolarmente utili se soffri di bocca secca, un fenomeno che riduce l’aderenza della dentiera.

  • Maggiore aderenza. Se ti capita spesso di parlare o cantare in pubblico, forse apprezzerai la sicurezza offerta dall’adesivo per dentiera.

Per alcune persone, gli adesivi per dentiera non sono consigliati. Se la dentiera non aderisce bene e ti sembra di avere bisogno di molto adesivo per tenerla in posizione, smetti di usare l’adesivo fino a quando non avrai consultato il tuo dentista.

Inoltre, smetti di usare l’adesivo per dentiera se ti sembra di avere una reazione allergica al prodotto oppure se non riesci a seguire una routine costante di igiene orale nel rispetto delle istruzioni del tuo dentista.

Se è passato molto tempo dall’ultima volta in cui il tuo dentista ha controllato la dentiera, è possibile che tu abbia bisogno di una nuova dentiera: la mascella, infatti, cambia e si rimpicciolisce nel corso del tempo e quindi la dentiera non dura a vita.

Scegliere la dentiera completa

Se possibile, i dentisti cercano di preservare i tuoi denti naturali piuttosto che estrarli. Alle volte, però, la dentiera completa è il solo modo per simulare la presenza dei denti e facilitare la masticazione e la parola. 

La dentiera completa viene usata quando tutti i denti superiori o inferiori devono essere estratti oppure se devi cambiare la vecchia dentiera. La dentiera completa aderisce al bordo gengivale e all’osso della mascella. 

Se la dentiera viene installata immediatamente dopo l’estrazione di vari denti, le gengive e l’osso potrebbero non adattarsi abbastanza velocemente. In questo caso, è possibile che la dentiera debba essere regolata oppure addirittura rimodellata dopo un paio di mesi. In alcuni casi, è possibile che le gengive impieghino diversi mesi per guarire e cambiare forma prima che sia possibile installare la dentiera. 

La dentiera permanente completa richiede dalle tre alle sei settimane. Il processo di produzione della dentiera prevede vari appuntamenti dal dentista e segue questi passaggi: 

  • Impronte. Il tuo dentista crea varie impronte della mascella e misura lo spazio nella bocca.

  • Modelli. Il dentista crea un calco in cera o in plastica della forma esatta della dentiera in modo che tu possa provarla e cambiarne il colore, la forma e l’aderenza prima che venga realizzata la dentiera permanente.

  • Stampo. Viene realizzato lo stampo finale della dentiera, che viene poi regolata in base a quanto necessario.

Quando ricevi la dentiera permanente per la prima volta, è possibile che il tuo dentista ti consigli di indossarla per 24 ore, anche durante la notte, perché questo è il modo più facile e veloce per capire se ci sono dei punti che devono essere regolati. È importante verificare sin da subito che le dentiera offra la giusta aderenza perché una dentiera che aderisce male può irritare le gengive. 

Una volta fatta l’abitudine alla dentiera, puoi toglierla di notte per consentire la normale stimolazione dei tessuti gengivali da parte della lingua e della saliva in un processo che contribuisce a preservarne la salute.

Dentiera parziale

Non tutti hanno bisogno di una dentiera permanente completa. Un ponte dentale riempie lo spazio creato da uno o più denti mancanti. La dentiera parziale rimovibile è un’altra opzione per sostituire i denti mancanti.

La dentiera parziale removibile offre diversi vantaggi. Non solo può contribuire a migliorare il tuo aspetto fisico, ma può anche favorire la tua salute orale mantenendo in posizione i denti rimasti. Se scegli un ponte dentale, il tuo dentista installerà corone personalizzate sui denti che circondano lo spazio da colmare. Uno o più denti finti, chiamati elementi intermedi, vengono poi fissati alle corone e sostituiscono il dente o i denti mancanti. A seconda delle tue esigenze in fatto di salute orale, puoi scegliere una dentiera parziale che sia removibile. I ponti, invece, sono cementati in posizione in maniera permanente. Esistono tre tipi di ponte che rispondono a circostanze di restauro diverse: 

  • Tradizionale: Prevede il posizionamento di corone sui denti che circondano i denti mancanti.

  • Cantilever: Viene usato se ci sono denti solo su un lato del dente o dei denti mancanti.

  • Maryland: Comprende uno o più denti in porcellana su una struttura in metallo con alette che la fissano ai denti rimasti.

La salute dei denti circostanti di supporto è essenziale per ottenere il beneficio massimo da un ponte dentale. Pertanto, assicurati di seguire una routine regolare di igiene orale che comprenda la pulizia dei denti due volte al giorno e l’uso del filo interdentale tutti i giorni. Se segui una buona igiene orale e vai regolarmente dal dentista, la dentiera parziale può durare da cinque a quindici anni.

Dentiera temporanea o immediata dopo l’estrazione di un dente

La dentiera immediata, nota anche come dentiera temporanea, offre una soluzione a breve termine alle tue esigenze dentali mentre aspetti che sia pronta la dentiera permanente.  Se hai subito estrazioni dei denti dovute a carie o parodontite e hai optato per la dentiera permanente, è possibile che il tuo dentista ti suggerisca una dentiera temporanea o “immediata”. Questa dentiera è pensata per essere portata durante i primi due o tre mesi dopo l’estrazione del dente. È particolarmente utile nei casi che presentano denti e gengive sensibili. poiché il paziente non deve adattarsi a vivere senza denti durante il processo di guarigione e qualsiasi dente sensibile rimasto è soggetto a una pressione minore durante la masticazione. 

Il vantaggio principale della dentiera immediata è che non devi farti vedere in pubblico senza denti dopo l’estrazione. La dentiera immediata viene installata durante la stessa visita di estrazione dei denti e quindi funge da bendaggio per il controllo dell’emorragia e la protezione del tessuto gengivale. Inoltre, con la dentiera immediata puoi cominciare ad adattare il tuo modo di parlare alla dentiera sin da subito. 

D’altro canto, lo svantaggio principale della dentiera temporanea è che, poiché questa viene realizzata in anticipo e installata non appena vengono estratti i denti danneggiati o cariati, l’aderenza non sarà perfetta. Pertanto, può richiedere regolazioni più frequenti allo scopo di ottenere una buona aderenza. Di conseguenza, va considerata solo come una soluzione temporanea fino a quando non è pronta la dentiera permanente. 

La produzione di una dentiera temporanea richiede dalle quattro alle cinque visite prima dell’estrazione dei denti. La dentiera temporanea viene realizzata utilizzando praticamente la stessa tecnica della dentiera permanente. Tuttavia, visto che viene prodotta prima dell’intervento chirurgico, è impossibile definire con certezza l’aspetto della bocca una volta che verranno estratti i denti. Al contrario, i calchi per la dentiera convenzionale vengono realizzati una volta che le gengive sono guarite dopo l’estrazione dei denti, il che richiede dalle sei alle otto settimane. Durante questo intervallo di tempo, il tessuto delle gengive si ritira e quindi l’aderenza della dentiera temporanea cambia.

Ti accorgerai forse che abituarti sia alla dentiera temporanea che a quella permanente richiede un po’ di tempo. Non preoccuparti se la dentiera ti sembra troppo lenta in principio: i muscoli delle guance e della lingua devono ancora abituarsi. E non preoccuparti nemmeno se noti una salivazione maggiore oppure un po’ di fastidio o irritazione. Questi problemi si risolvono in genere da soli. Tuttavia, se riscontri un fastidio importante che non sembra migliorare, consulta il tuo dentista affinché regoli la dentiera.

Costo della dentiera temporanea

La dentiera immediata comporta un costo aggiuntivo. Quando determini il costo delle dentiera e come pagarlo, non dimenticare che hai varie opzioni. 

La dentiera immediata costa più di quella convenzionale perché la sua preparazione richiede più tempo. La dentiera immediata offre vari vantaggi che possono giustificare il costo. 

La maggior parte dei dentisti accetta le carte di credito più comuni e alcuni offrono piani di finanziamento che permettono ai pazienti di pagare un po’ per volta con pagamenti mensili gli interventi più importanti come l’estrazione dei denti e la dentiera. Chiedi al tuo dentista quali sono le possibilità di finanziamento. Inoltre, se sai già che avrai bisogno della dentiera, magari puoi mettere da parte qualcosa in un conto di risparmio flessibile oppure in un conto di risparmio per le spese mediche che ti aiuti a coprire il costo della dentiera. 

La dentiera immediata non è una scelta indicata per tutti. Il costo può essere un ostacolo oppure il tuo dentista può sconsigliare la dentiera immediata a seconda del tuo stato di salute generale e del cavo orale.

Grillz: parliamo dei problemi

I grillz sono diventati comuni fra alcuni adolescenti e adulti a causa della loro popolarità fra le celebrità, e soprattutto i rapper. I grillz sono coperture decorative che si agganciano a uno o più denti. In genere sono realizzati in oro, argento o altri metalli preziosi. I grillz meno costosi sono spesso realizzati in metallo vile che può causare irritazioni o reazioni allergiche. Non ci sono studi a lungo termine in merito ai grillz e quindi non ci sono dati sulla sicurezza a lungo termine o sui problemi che possono insorgere con l’uso prolungato. 

I grillzpossono promuovere l’accumulo della placca e le carie dal momento che permettono ai residui di cibo e ai batteri di accumularsi fra i denti e il grillz. Inoltre, i grillz possono causare l’abrasione dei denti che li circondano. Un uso eccessivo dei grillz può causare anche la discolorazione dei denti e quindi gli appassionati di questo accessorio potrebbero doversi sottoporre allo sbiancamento quando decidono di smettere di usarlo. 

Tutti coloro che indossano i grillz devono prestare particolare attenzione all’igiene orale e seguire una routine costante che preveda la pulizia dei denti due volte al giorno e l’uso del filo interdentale una volta al giorno. Inoltre, devono togliere i grillz prima di mangiare e risciacquarli spesso per rimuovere i batteri e i residui di cibo. Consulta il tuo dentista prima di optare per i grillz e assicurati di sapere come fare per ridurre il rischio di accumulo batterico e altre complicazioni. 

Impianti dentali

Al giorno d’oggi, esistono molte alternative valide. Gli impianti dentali e le dentiera sono le opzioni più comuni. 

Se ti mancano dei denti e le gengive e la mascella sono sane, forse puoi trarre vantaggio dagli impianti dentali, ossia denti sostitutivi che vengono impiantati chirurgicamente nell’osso della mascella. Con una buona igiene orale, gli impianti dentali possono durare vent’anni o più senza bisogno di essere sostituiti. Gli impianti dentali sono spesso l’opzione preferita dalle persone a cui mancano solo uno o due denti, ma possono essere anche un’alternativa alla dentiera se ti mancano vari denti.

Gli impianti dentali sono più simili ai denti naturali della dentiera. L’impianto dentale ha l’aspetto di un cilindro o di una vite e funge da sostitutivo artificiale della radice del dente mancante. Gli impianti vengono realizzati in titanio o altri materiali che non causano una reazione avversa quando vengono connessi all’osso della mascella e al tessuto gengivale. Al fine di trarre beneficio dagli impianti dentali, devi essere in buona salute (a parte per i denti mancanti) e avere un osso della mascella completamente sviluppato e sano dal momento che gengive e osso della mascella sani sono necessari per supportare gli impianti. Il processo di impianto richiede vari mesi e prevede tre parti:

  • Posizionamento dell’impianto. Innanzitutto, devi sottoporti a un intervento chirurgico che posizioni l’impianto nella mascella, dove questo viene coperto dal tessuto gengivale per poi essere lasciato a integrarsi con l’osso della mascella da 3-6 mesi.

  • Connessione del perno. Il dentista connette un perno all’impianto e lascia che il tessuto gengivale gli ricresca attorno. In alcuni casi, l’impianto e il perno vengono posizionati contemporaneamente. A prescindere che questi vengano posizionati contemporaneamente oppure no, la combinazione di impianto e perno funge da ancoraggio per il dente sostitutivo.

  • Fissaggio della corona. Il dentista connette una corona personalizzata al perno dell’impianto.

Se sei in buona salute e il tuo dentista ritiene che tu sia un buon candidato per l’impianto, questi programmerà l’intervento in modo che abbia luogo in anestesia locale nel suo studio oppure sotto anestesia generale in ospedale, a seconda delle tue particolari esigenze di salute dentale e del livello di intervento chirurgico richiesto. 

Tuttavia, gli impianti non sono la scelta giusta per tutti. Non sono candidati idonei agli impianti dentali le donne incinte e gli individui affetti da malattie croniche oppure immunosoppressi (a causa del maggior rischio di sviluppare un’infezione durante l’intervento chirurgico), i bambini (visto che le loro mascelle sono ancora in fase di crescita) e le persone che digrignano o serrano i denti (dal momento che questa abitudine può esercitare una pressione eccessiva sugli impianti).

Non dimenticare che l’intervento chirurgico per il posizionamento degli impianti richiede diverse ore e che potrebbe essere necessario più di un intervento. Pertanto, gli impianti dentali potrebbero non essere indicati per quanti presentano un rischio maggiore di infezioni. I vantaggi principali degli impianti dentali rispetto alla dentiera comprendono la possibilità di mangiare e parlare in maniera più naturale e il fatto che non è necessario togliere la dentiera o preoccuparsi di eventuali riparazioni. Tuttavia, è importante consultare regolarmente un dentista e un igienista dentale per assicurarsi che gli impianti siano in buone condizioni e seguire una routine costante di igiene orale che preveda la pulizia dei denti due volte al giorno e l’uso del filo interdentale tutti i giorni.

Considerazioni da tenere presenti per una dentiera sempre perfetta

La placca si forma anche sulla dentiera, proprio come sui denti naturali. Se la dentiera non viene rimossa tutti i giorni, potrebbe ingiallirsi e perdere la sua lucentezza. Inoltre, è importante pulire la dentiera con uno spazzolino per dentiera e metterla in ammollo tutti i giorni in una soluzione detergente per evitare i cattivi odori.

La tua dentiera durerà più a lungo e ti offrirà un’aderenza migliore se te ne prendi cura al meglio. Segui questi accorgimenti per avere una dentiera sempre perfetta:

  • Pulisci la dentiera tutti i giorni. Pulisci la dentiera tutti i giorni proprio come ti laveresti i denti, ma con qualche accorgimento diverso: 

  1. Pulisci la dentiera su un lavandino pieno d’acqua per evitare danni in caso di caduta.

  2. Risciacqua la dentiera con cura in acqua calda per rimuovere qualsiasi residuo di cibo. Risciacqua la dentiera con l’acqua dopo ogni pasto. 

  3. Non usare il dentifricio. Molti tipi di dentifricio in commercio possono danneggiare la dentiera. 

  4. Usa un detergente per dentiera. Il dentifricio convenzionale, la candeggina, l’aceto e il sapone non sono pensati per la pulizia della dentiera e, in alcuni casi, possono causare danni. Una dentiera graffiata permette la proliferazione spiacevole di batteri della placca, che causano cattivo odore. I prodotti aggressivi come la candeggina possono sbiancare gli elementi rosa della dentiera.

  5. Inumidisci uno spazzolino per dentiera (e non uno spazzolino da denti a setole morbide) per pulire con delicatezza tutte le superficie della dentiera. Una pulizia troppo energica può danneggiare qualsiasi componente in plastica o metallo. Risciacqua e pulisci la dentiera con acqua calda e pulita. 

  6. Pulisci le gengive, la lingua e i denti naturali con un dentifricio al fluoro prima di reinserire la dentiera. In questo modo, eliminerai la placca dai denti, stimolerai la circolazione nella bocca e contribuirai a preservare una buona salute orale. 

  7. Risciacqua con un collutorio dopo la pulizia per una sensazione di freschezza in bocca. 

  8. Puoi acquistare detergenti specialistici per l’ammollo della dentiera. Tuttavia, l’ammollo non sostituisce la pulizia: spazzola la dentiera per rimuovere la placca. 

  • Prenditi cura della tua dentiera. Riempi il lavandino d’acqua oppure posiziona un asciugamano piegato mentre manipoli la dentiera in modo che questa non si rompa in caso di caduta nel lavandino. Se non indossi la dentiera, lasciala in ammollo in acqua fredda oppure in una soluzione detergente per dentiera in modo che non si secchi. Presta attenzione alla soluzione detergente che usi se la dentiera presenta attacchi in metallo: le soluzioni potrebbero infatti ossidare il metallo. Inoltre, non lasciare la dentiera in ammollo in acqua calda in quanto questa potrebbe deformarsi.

  • Togli la dentiera (completa o parziale) tutte le sere. In questo modo, il tessuto gengivale sottostante può riposarsi. Procedi come indicato di seguito:

  1. Risciacqua la bocca con acqua calda o collutorio.

  2. Riempi il lavandino con acqua calda per evitare che la dentiera si rompa in caso di caduta.

  3. Rimuovi la dentiera superiore posizionando il pollice contro i denti anteriori e poi premendo verso l’alto e verso l’esterno in direzione del naso.

  4. Rimuovi la dentiera inferiore tirandola con delicatezza mentre applichi un movimento oscillatorio.

Manutenzione professionale

Se ti prendi cura della tua dentiera, potrai usarla per 5-7 anni prima che arrivi il momento di cambiarla. È importante che tu ti faccia visitare dal tuo dentista ogni sei mesi per verificare le condizioni e l’aderenza della dentiera e per controllare se sono presenti segni di irritazione o parodontite in modo che questi problemi possano essere trattati quanto prima. Tuttavia, anche se presti la massima attenzione, i cambiamenti naturali nella bocca possono far sì che dopo un certo numero di anni diventi necessario optare per una nuova dentiera. La cresta ossea su cui poggia la dentiera si ritira con il tempo. La dentiera deve essere adattata dopo qualche anno tramite ribasatura ed è necessario cambiare la dentiera ogni 5-10 anni. Segnala al tuo dentista o al tuo odontotecnico qualsiasi cambiamento nel funzionamento o nella sensazione offerta dalla dentiera.Il tuo professionista della salute orale saprà dirti se è necessario un adattamento, una ribasatura o una nuova dentiera.