CONDIZIONI - ALTRE CONDIZIONI DENTALI

Che cos’è un calcolo salivare?

SUDDIVIDERE

La maggior parte di noi ha sentito parlare di calcoli renali o alla colecisti ma mai di calcoli salivari.Ebbene sì, anche questo è un disturbo medico.

Come altri tipi di calcoli, i calcoli salivari si formano quando il fosfato di calcio, il magnesio o i carbonati si accumulano e formano depositi simili a sassolini. Le tue ghiandole salivari producono saliva, che viene poi distribuita nella bocca attraverso un sistema di dotti.

La saliva è una miscela di acqua, muco, sostanze antibatteriche e amilasi, un enzima digestivo che contribuisce a scomporre gli alimenti che consumiamo in elementi più facili da digerire. La saliva è un agente protettivo naturale in quanto tampona la bocca e neutralizza gli acidi nocivi. Tuttavia, se le ghiandole salivari sono bloccate, la saliva smette di circolare come dovrebbe nella bocca, il che può causare dei sintomi spiacevoli.

Sintomi dei calcoli alle ghiandole salivari 

In genere, i calcoli salivari non causano sintomi fino a quando non è troppo tardi e il dotto salivare è bloccato. A questo punto, è possibile che tu avverta una sensazione di dolore nella mandibola, all’interno delle guance o nella gola che diventa progressivamente più intensa, soprattutto dopo i pasti.

Alcuni dei sintomi più comuni dei calcoli salivari sono:

  • Dolore e gonfiore:

è possibile che tu avverta un dolore sordo nella ghiandola salivare sottomandibolare oppure un nodulo doloroso sotto la lingua che potrebbe causare gonfiore nella mascella, nella guancia o nel collo.

  • Bocca secca:

è possibile che tu noti una sensazione di sempre maggiore secchezza nella bocca. Ciò è dovuto al fatto che i dotti salivari possono essere bloccati dai calcoli salivari.

  • Difficoltà nella deglutizione:

se il calcolo salivare blocca completamente il dotto, il rigonfiamento della ghiandola salivare può rendere difficile e dolorosa la deglutizione o l’apertura della bocca.

  • Febbre e sapore sgradevole in bocca:

se le ghiandole salivari sono bloccate, è possibile che tu sviluppi un’infezione batterica che causi febbre e un sapore sgradevole in bocca.

Dove si trovano le ghiandole salivari? 

Le ghiandole salivari si trovano in varie aree del cavo orale e contengono dotti attraverso cui la saliva viene distribuita a tutta la bocca. Nella bocca ci sono tre coppie principali di ghiandole salivari.

Quelle più grandi si trovano sul retro della bocca, su ciascun lato delle guance, e sono note come parotidi.

Le ghiandole salivari sottomandibolari si trovano su entrambi i lati della mandibola, mentre le ghiandole sottolinguali sono più piccole e si trovano sotto la lingua.

Nella maggior parte dei casi, i calcoli salivari si formano nelle ghiandole salivari sottomandibolari. Possono formarsi anche nelle ghiandole parotidi e sottolinguali, ma questa evenienza tende a essere più rara.

Cause e fattori di rischio dei calcoli salivari

Le cause esatte alla base del perché alcune persone sviluppano i calcoli salivari non sono note. Tuttavia, sappiamo che alcuni fattori aumentano il rischio di sviluppare questo disturbo.

Le probabilità di sviluppare calcoli salivari aumentano se fumi, soffri di parodontite, hai subito un trauma all’interno della bocca oppure hai sofferto di cattiva alimentazione e disidratazione in passato. Inoltre, gli uomini hanno una probabilità maggiore di sviluppare i calcoli salivari rispetto alle donne e questi calcoli diventano più comuni con l’avanzare dell’età.

Rimedi casalinghi per i calcoli salivari

Se sviluppi calcoli nelle ghiandole salivari, questi metodi possono aiutarti a gestire, trattare e addirittura espellere il calcolo salivare a casa usando ingredienti quotidiani e farmaci da banco. Per espellere un calcolo salivare massaggiandolo, prova questi trattamenti casalinghi per i calcoli delle ghiandole salivari:

  • Consuma agrumi o caramelle aspre

frutti aspri come limoni, lime e arance stimolano la produzione di saliva, il che può contribuire a espellere il calcolo dalla ghiandola salivare bloccata.

  • Massaggia delicatamente l’area attorno al calcolo

se ti stai chiedendo come puoi rimuovere un calcolo salivare da solo, prova a massaggiare delicatamente la ghiandola salivare in modo da lenire il dolore e favorire il passaggio del calcolo attraverso la ghiandola salivare bloccata.

  • Bevi più acqua

un’assunzione regolare di liquidi ti aiuta a preservare l’idratazione e la lubrificazione della bocca.

  • Succhia qualcosa di freddo

succhiare un cubetto di ghiaccio o un ghiacciolo può contribuire a ridurre il gonfiore e il dolore.

  • Farmaci da banco

i farmaci antinfiammatori non steroidei come l’ibuprofene e l’aspirina possono dare sollievo al dolore e ridurre il gonfiore.

Se il dolore alle ghiandole salivari gonfie non migliora con questi metodi, consulta un medico.

Per assicurarti che la tua igiene orale non subisca un impatto negativo quando soffri di calcoli salivari, lavati i denti con uno spazzolino elettrico idoneo e usa un dentifricio antibatterico al fluoruro stannoso e un collutorio antibatterico delicato per rinfrescare l’alito ed eliminare la placca.

Trattamenti medici per i calcoli salivari 

Se non riesci a espellere il calcolo salivare a casa, prenota un appuntamento con il tuo medico. A seconda di dove si trova il calcolo e a quale profondità, i medici possono usare metodi chirurgici e non per rimuovere il calcolo dalla ghiandola salivare bloccata.

  • Metodi non chirurgici

il tuo medico può usare varie tecniche di massaggio per favorire delicatamente l’espulsione del calcolo dal dotto sottomandibolare.

  • Metodi chirurgici

durante una procedura denominata sialoendoscopia, viene praticata una piccola incisione. Questo intervento per la rimozione dei calcoli salivari tramite strumenti microchirurgici è poco invasivo. L’operazione viene eseguita in giornata sotto anestesia locale.

Domande frequenti 

Quali sono le cause principali dei calcoli salivari?

Le cause precise dei calcoli salivari non sono ancora note, ma ci sono alcuni fattori che sono stati collegati a un rischio maggiore di sviluppare questo problema. Questi fattori comprendono il fumo, la parodontite, i traumi alla bocca e la disidratazione o la malnutrizione in passato.

Come si fa a espellere un calcolo salivare?

I calcoli salivari possono essere espulsi a casa usando tecniche di massaggio oppure stimolando la produzione di saliva con il consumo di frutti aspri. Se le opzioni di trattamento casalinghe non offrono i risultati desiderati, consulta un medico per sottoporti a ulteriori tecniche di massaggio oppure a un piccolo intervento chirurgico in anestesia locale.

I calcoli salivari sono un fenomeno comune?

I calcoli salivari si formano in genere negli adulti dai 30 ai 60 anni di età e di solito interessano le ghiandole salivari sottomandibolari. In casi più rari, possono essere interessate anche le ghiandole parotidi e sottolinguali.

I calcoli salivari hanno un cattivo odore?

La formazione dei calcoli salivari blocca il dotto salivare. La saliva contiene enzimi come l’amilasi, che contribuisce a scomporre gli alimenti, e agenti antibatterici che preservano la salute della bocca. La scialolitiasi, che è un disturbo associato alla formazione di calcoli salivari, può ridurre la quantità di saliva nella bocca, il che a sua volta determina l’accumulo di batteri che possono causare un alito cattivo.

Fonti:

https://www.webmd.com/oral-health/guide/salivary-gland-stones-symptoms-causes-treatments 

https://www.medicalnewstoday.com/articles/324421 

https://www.healthline.com/health/salivary-duct-stones