CONDIZIONI - TARTARO E PLACCA

Molari e batteri della placca

SUDDIVIDERE

Le cavità dei denti posteriori possono portare alla parodontopatia

Come qualsiasi persona che si spazzola i denti e utilizza il filo interdentale ben sa, i denti posteriori sono più difficili da raggiungere e da mantenere puliti rispetto ai denti anteriori. I denti posteriori presentano solchi e creste che facilitano la masticazione. Tuttavia, l'aspetto negativo è che quegli stessi solchi e creste possono raccogliere anche piccoli frammenti di cibo che aumentano il rischio di carie e della trasformazione dei batteri in placca, la quale, a sua volta, può causare la parodontopatia.

Perché mi fanno male i denti posteriori?

La carie dentale non compare dal giorno alla notte. Ma se consenti alla placca di accumularsi non utilizzando correttamente il filo interdentale per molti anni, i batteri e gli acidi prodotti eroderanno lo smalto. Se la placca non viene rimossa, la carie dei denti potrebbe progredire verso l'interno e danneggiare i nervi nella polpa dentaria. La carie progressiva può causare sintomi, come dolore e gonfiore, e potrebbe provocare la perdita del dente nei casi più gravi.

Quanto velocemente si forma la placca sui denti?

I batteri possono trasformare i carboidrati fermentabili (zuccheri che si trovano nei cibi cotti e amidacei) in placca in soli 20 minuti. Non dimenticare di pulire attorno ai denti posteriori con lo spazzolino e di utilizzare il filo interdentale tutti i giorni.

Per rimuovere i batteri e la placca, è importante passare il filo interdentale attorno ai denti posteriori. Se non riesci a raggiungere bene quel punto, prova ad utilizzare una forcella tendifilo o uno scovolino interdentale elettrico.